SAN BABILA ORE 20

«Una volta dalle finestre volavano i sovversivi, adesso volano solo cazzi di gomma».

«Voi avete tutta Milano, ma San Babila è nostra!».

Vi consiglio questo film di Lizzani del 1976, seppur farcito di luoghi comuni di stampo sinistro che lo caratterizzano a tratti come grottesca caricatura del sanbabilino.

Dal forzato piglio neorealista e quasi cronachistico, vi si scorgono pennellate di notevole valenza espressionistica (la scena del passo dell’oca in San Babila) e qualche libera citazione dell’Arancia Meccanica di Kubrick.

Ma soprattutto, se letto cum grano salis e mondato dell’apertamente faziosa denigrazione dei sanbabilini che ivi si attua, offre un interessante spunto sul periodo degli anni di piombo (che, sulla pellicola, ad essere sinceri esercitano un certo fascino periglioso).

Tag: , , , , ,

5 Risposte to “SAN BABILA ORE 20”

  1. Camelot Destra Ideale Says:

    Il primo virgolettato è stupendo😀

  2. ellenbogens Says:

    a noi

  3. matt Says:

    gli attori sono dei cani e i personaggi stereotipati e insulsi.
    Consiglio piuttosto l’ ottimo libro “diario di un fazioso” di Tommaso Staiti di Cuddia delle Chiuse per avere una realtà più aderente all’ originale.

  4. Carlo Says:

    ho trovato il film interessante, soprattutto per chi, come me, è appassionato di storia italiana degli anni settanta. La faziosità è evidente, ma bisogna considerare che è un film a tema, basato oltretutto su una storia vera. Qualche elemento del film può essere ingenuo, ma gli attori, all’epoca non professionisti, sono efficaci nella resa d’immagine dei “sanbabilini”: giovani arroganti e viziati, che giocavano alla guerra esattamente come i loro coetanei della sponda opposta, con la differenza che questi ultimi erano molti di più. Apprezzo lo stile che si rifà al cinema di Elio Petri: limitato uso delle musiche ( anche qui di Ennio Morricone), brevi e sfuggenti inquadrature degli esterni, spesso simboliche ( vedi le immagini dei palazzi finanziari e di monumenti imperiali che chiude la scena del passo dell’oca) e dialoghi semplici, ma allo stesso tempo carichi di significati, soprattutto se rapportati ad un’epoca come quella.

  5. fulvio Says:

    io c’ero a milano a quel tempo ed ero pure impegnato e molto ma san babila non ha mai rappresentato la destra milanese solo debosciati figli di papà e una suburbe di profitattatori spacciatori ladri mascalzoni e pure culatoni se i cessi del borgogna o del cinema manzoni potessero parlare questi pseudo eroi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: